Vergogna per la visita odontoiatrica: 10 cose da fare per uscire dall’imbarazzo.

Vergogna per la visita odontoiatrica: 10 cose da fare per uscire dall'imbarazzo.

Moltissime persone saltano la visita o il controllo odontoiatrico perché si vergognano di mostrarsi con i denti sporchi.

Le soluzioni a questo problema sono due:

  • Si salta l'appuntamento con una scusa
  • Si viene all'appuntamento dopo aver spazzolato con tutta la forza possibile i denti e le gengive.

Prima di elencare le 10 cose da fare per uscire dall'imbarazzo, vorrei rincuorare queste persone dicendo loro due cose importanti:

  • Ciò che a voi sembra disastroso, molte volte, per noi, rappresenta la normalità.
  • Esistono sempre casi peggiori dei vostri.

Questo non deve essere motivo di consolazione, ma può servire saperlo per coloro che esasperano in maniera esponenziale la propria condizione orale.

Detto ciò, passo subito ad elencare i 10 punti:

  1. Se avete le gengive che sanguinano, prendete l'appuntamento ad una distanza di circa una settimana
  2. Se conoscete l'appuntamento della visita almeno una settimana prima, approfittatene e spazzolate correttamente i denti. Eseguite massaggi circolari sulle zone che sanguinano.
  3. Se necessario utilizzate un collutorio dopo aver spazzolato correttamente e solo per la sera che precede l'appuntamento fissato
  4. Se pensate di avere problemi di alitosi, la sera prima dell'appuntamento bevete molta acqua (almeno due litri) e mangiate cibi sani e senza abbondare con sale o zuccheri.
  5. Evitare di lavare i denti con eccessiva forza perché peggiorerete la situazione anziché migliorarla
  6. Un'ora prima dell'appuntamento evitate di mangiare, fumare, assumere bevande zuccherate, alcolici o caramelle.
  7. Per il periodo precedente alla visita (qualora non lo aveste fatto prima) utilizzate presidi per detergere gli spazi tra un dente e l'altro.
  8. Evitate di acquistare dentifrici, collutori costosi, spazzolini particolari o strumenti sofisticati che vi promettono miracoli, utilizzate quello che avete a casa e poi chiedete al vostro odontoiatra o igienista dentale cosa potete utilizzare per il vostro cavo orale.
  9. Evitate di dire "non è colpa mia se si forma il tartaro" perché noi, guardando la vostra bocca, sappiamo bene come pulite i denti e quante volte al giorno lo fate; siate sinceri perché mentire non serve a voi e nemmeno a noi. Dire la verità vi aiuterà ad aumentare la vostra consapevolezza in merito ai miglioramenti da apportare alla vostra igiene orale quotidiana.
  10. Domandate senza timore di disturbare e insistete nel chiedere chiarimenti se qualcosa non vi è chiaro. Siamo lì anche per rispondere alle vostre domande e per aiutarvi a comprendere ciò che stiamo facendo.

Un'ultima regola mi sta particolarmente a cuore e che vi prego di rispettare; una regola che esula dal precedente decalogo: durante la visita non parlate male degli altri colleghi additando a loro la colpa dei vostri disastri dentali; è possibile che un collega sbagli, ma fate decidere a chi è competente l'entità del danno.

Stefania Barbieri

CONDIVIDI ORA!

Commenti