Impianto dentale: cos’è? È doloroso? Quanto costa?

Impianto dentale: cos'è? È doloroso? Quanto costa?

Gli impianti sono delle strutture in titanio, che vengono posizionate nell'osso mascellare o mandibolare e sono come delle radici dentarie vere e proprie, che consentono la sostituzione dei denti andati perduti (purtroppo).

È possibile sostituire una singola unità, più elementi dentari oppure intere arcate di denti! Per quanto sia semplice la soluzione, non si può dire lo stesso della pianificazione per determinare l'esatta posizione dell'impianto e lo studio preliminare per decidere la tipologia di lavoro da eseguire.

Infatti per posizionare gli impianti sono necessarie delle indagini iniziali, come delle radiografie, impronte dentarie ed esami aggiuntivi richiesti a discrezione del medico, che serviranno al chirurgo orale per capire se ci sono tutte le condizioni favorevoli a procedere con l'inserimento dell'impianto.

Come è fatto un impianto?

In generale un impianto si compone di tre elementi:

  1. radice in titanio, che rappresenta l'impianto vero e proprio
  2. abutment (o moncone), che è l'elemento che congiunge l'impianto alla corona
  3. corona, il manufatto protesico, che replica fedelmente la parte emergente del dente andato perduto.

impianto dentario e dente stefania barbieri

È doloroso?

L'inserimento dell'impianto è un piccolo intervento chirurgico eseguito in modalità mininvasiva; normalmente si effettua in anestesia locale, quindi si è assolutamente coscienti e l'unica sensazione, che qualcuno riporta, è la percezione di una leggera pressione nella zona in cui si esegue l'intervento, con assoluta assenza di dolore.

Rimarranno delle ferite visibili?

Gli interventi di inserimento impianto vengono eseguiti con tecniche mininvasive e pertanto non portano decorsi post operatori complessi. È possibile avvertire una sensazione di indolenzimento nella zona trattata, gestibile con un comune antidolorifico prescritto dal medico o dall'odontoiatra.

Dopo quanto tempo è possibile inserire le protesi?

Esistono due tipologie di intervento implantare:

  • Carico immediato, nel quale dopo aver introdotto l'impianto, si inserisce immediatamente la protesi.
  • Carico differito, ovvero si inserisce prima l'impianto in titanio e dopo aver atteso la sua completa integrazione con l'osso (per un periodo variabile da 3 a 6 mesi) si immette successivamente l'elemento protesico.

La tipologia di intervento è una modalità di esecuzione chirurgica che può essere concordata con il chirurgo orale, che in ogni caso valuterà le condizioni maggiormente favorevoli al caso specifico.

impianto fasi stefania barbieri

 

L'impianto può metterlo chiunque?

L'intervento di impianto non può essere eseguito da tutti, perché è necessario che vi siano le condizioni ideali affinché l'impianto abbia una buona durata nel tempo. Per avere maggiori informazioni è sempre bene eseguire un'accurata visita odontoiatrica e lasciarsi guidare da uno specialista che si occupa di chirurgia orale.

carico immediato impianti stefania barbieri

Quanto costa un impianto?

I costi sono variabili e il loro valore economico dipende da vari fattori: la modalità  d'intervento, la tipologia di impianto che si decide di inserire, il materiale che si sceglie per la protesi, l'operatore che esegue il trattamento, lo studio in cui viene eseguito l'intervento. Poter definire una cifra è molto difficile perché esistono davvero moltissime variabili; certamente posso dire (giusto per dare un'idea generale), che per un singolo impianto è possibile spendere una cifra, che oscilla tra i 1000,00 € e i 2000,00 €... ma RIPETO, sono cifre approssimative che dipendono da molti fattori.

Stefania Barbieri

Commenti