Igiene orale quotidiana e spazzolino da denti: 10 errori più comuni.

Igiene orale quotidiana e spazzolino da denti: 10 errori più comuni.

Sebbene spazzolare i denti faccia parte delle quotidiane prassi della cura personale, non sempre le normali manovre di igiene orale domiciliare vengono eseguite correttamente.

Quindi spazzolare i denti non è un atto così scontato... o meglio, lavare i denti non basta, è necessario farlo correttamente e conoscere bene la tecnica di spazzolamento correlata al presidio scelto (spazzolino manuale o spazzolino elettrico).

Di seguito riporterò i 10 errori più comuni che riscontro quotidianamente nella mia pratica clinica.

10 errori che si commettono durante lo spazzolamento:

  1. Si utilizza troppo dentifricio; esiste la convinzione che una maggiore quantità di dentifricio equivalga ad una migliore detersione. L'eccesso di dentifricio, oltre ad essere inutile, determina una diminuzione della capacità di percezione e una riduzione della visibilità.
  2. Si va di fretta; il tempo, unitamente alla corretta tecnica, è un elemento fondamentale che determina la qualità dello spazzolamento. Spazzolare i denti in un tempo inferiore a 2 minuti determina certamente una soluzione inefficace per la disgregazione della placca batterica
  3. Si applica eccessiva pressione; la forza di spazzolamento è un parametro determinato dalla tecnica di spazzolamento. Esercitare una pressione superiore a 200/300 gr determina, a lungo termine, danni irreversibili a denti e gengive.
  4. Si eccede nella frequenza di spazzolamento; lavare i denti troppo spesso, o al contrario poco spesso, è sbagliato. La giusta regola è spazzolare i denti mantenendo costanti i tempi nelle 24h. La giusta misura è 3 volte al giorno (1 volta ogni 8 ore).
  5. Si utilizza la tecnica sbagliata; molto spesso non viene applicata la giusta tecnica al presidio utilizzato. Spazzolino manuale ed elettrico sono presidi diversi e pertanto possiedono modalità di utilizzo differente.
  6. Si spazzola con poca attenzione; gran parte delle persone si concentra a pulire bene la zone anteriori (quelle visibili), trascurando, o evitando, le zone interne  e posteriori (meno visibili).
  7. Si serrano le arcate; tenere i denti chiusi mentre si spazzolano i denti non è corretto; in quella posizione è possibile eseguire movimenti verticali oppure orizzontali... entrambi inadeguati per la corretta disgregazione della placca batterica.
  8. Si utilizzano spazzolini con testine troppo grandi; ogni persona ha specifiche esigenze per varietà di anatomia e fisiologia della cavità orale. Ad esempio uno spazzolino con la testina molto grande, in alcuni casi, può stimolare il vomito.
  9. Superficiale utilizzo del collutorio; molte persone, erroneamente, credono che l'utilizzo di collutorio sia fondamentale per la corretta igiene orale e perciò abusano di tali sostanze senza avere alcun beneficio... riportandone nel tempo gli effetti indesiderati
  10. Si omette l'utilizzo dei presidi interdentali; non tutti sanno che trascurare l'igiene degli spazi tra un dente e l'altro equivale a non detergere il 35% delle superfici dentali. Questo si traduce in un risultato scarso, che determina un'igiene orale incompleta e poco accurata.

Stefania Barbieri

CONDIVIDI ORA!

Commenti