Dolce attesa e cura dei denti: tutte le domande delle future mamme.

Dolce attesa e cura dei denti: tutte le domande delle future mamme.

La scoperta della gravidanza genera sempre piacevole stupore e la "lieta notizia" porta con sé tantissimi dubbi e preoccupazioni, causati dalla paura di arrecar danno alla creatura.

Tutte le paure sono assolutamente normali... ad essere sinceri è captato anche a me ed ecco perché voglio rispondere ad una serie di domande, inerenti il mio campo, che certamente torneranno utili per evitare inutili fastidi  alle gengive e ai denti durante questo meraviglioso periodo di attesa.

Un'errata credenza, diffusa in un passato non molto lontano, è la consapevole e inesorabile certezza di perdere i denti durante le gravidanza; "ogni figlio è un dente". Per fortuna è solo una credenza nata da un tempo in cui la cura e la prevenzione orale non sono mai state prese in considerazione come ai nostri tempi. La gravidanza infatti, non è la causa dei problemi orali, ma determina un aggravamento di quelli preesistenti e non intercettati prima della dolce attesa.

Una donna incinta è più predisposta alle patologie infiammatorie dei tessuti orali (gengivite), insorgenza di carie e parodontite, a causa dei cambiamenti ormonali che determinano modificazioni dell'habitat orale; ma questo non significa che ci si ammalerà; al contrario, è possibile prevenire o curare molti disturbi in totale sicurezza.

Di seguito risponderò alle domande più frequenti delle future mamme nella speranza che possano tornare utili.

Posso eseguire igiene orale professionale se sono incinta?

Si, è possibile effettuare igiene orale professionale e non esiste alcun tipo di controindicazione ad eseguirla. Anzi è consigliabile sottoporsi a controlli odontoiatrici durante i tre trimestri e, se necessario, sottoporsi a più sedute di detartrasi professionale.

Perché è importante eseguire igiene orale durante la gravidanza?

Durante la gravidanza la salute orale potrebbe essere compromessa a causa di alterazioni ormonali che, in particolari condizioni di scarsa igiene orale, possono determinare gravi conseguenze per il nascituro (parto pre- termine, basso peso alla nascita, etc.). Mantenere una buona salute orale migliora la qualità di vita della gestante e indirettamente anche del bambino.

Possono essere effettuate cure odontoiatriche durante la gravidanza?

Si, è possibile eseguire cure odontoiatriche nel secondo trimestre, ovvero nel periodo compreso dalla 14° alla 20° settimana. In questo periodo la gestante può sottoporsi a trattamenti terapeutici odontoiatrici in totale sicurezza.

È possibile utilizzare collutorio durante la gravidanza?

Collutori, gel, dentifrici e vernici a base di Clorexidina e Cetilpiridio Cloruro sono sconsigliati; il loro utilizzo è strettamente legato a gravi necessità cliniche evidenziate dal medico o dall'odontoiatra. Si consiglia di fare molta attenzione ai preparati chimici che si assumono durante questo periodo, nel quale è preferibile utilizzare solo ed esclusivamente prodotti prescritti dal proprio ginecologo e/o medico curante.

Si può eseguire lo sbiancamento durante la gravidanza?

È assolutamente sconsigliato eseguire trattamenti professionali o domiciliari di sbiancamento perché non sono considerati necessari ai fini della salute orale. È inoltre consigliato di non sottoporsi a questa tipologia di trattamento anche dopo la gravidanza e quindi durante il periodo di allattamento. Lo sbiancamento essendo considerato un trattamento di elezione può essere tranquillamente effettuato successivamente al periodo della gravidanza e dell'allattamento.

Come prevenire la carie durante la gravidanza?

La prevenzione della carie dello smalto è assolutamente possibile grazie all'utilizzo di prodotti a base fluoro o dentifrici contenenti micro particelle che riparano lo smalto dei denti (Biorepair Plus). Fondamentale è anche la qualità dello spazzolamento e una corretta alimentazione.

Come gestisco il sanguinamento durante la gravidanza?

È possibile che le gengive diventino più sensibili a causa di una predisposizione ormonale. In caso di sanguinamento è necessario continuare a spazzolare correttamente e recarsi nel proprio centro odontoiatrico di fiducia per eseguire attenta visita di controllo e se necessario sottoporsi ad una seduta di igiene orale professionale.

Stefania Barbieri

CONDIVIDI ORA!

Commenti