Clorexidina: ecco perché funziona!

Clorexidina: perché funziona?

La Clorexidina è un agente chimico ad ampio spettro d’azione capace di agire efficacemente sugli stati infiammatori; essa chimicamente si classifica come un bis- biguanide, utilizzabile commercialmente in più formulazioni: acetato, idrocloruro e digluconato, quest’ultima è la  più utilizzata in odontoiatria.

La sua peculiarità è l’effetto battericida, cioè è in grado di eradicare al 90% i ceppi batteri patogeni (Gram positivi e Gram negativi) agendo sulla membrana cellulare batterica ed aumentandone la permeabilità, causandone così la morte per lisi;

altra caratteristica è la sostantività, cioè, la proprietà intrinseca che le consente di legarsi ai tessuti molli e duri per un tempo pari a 8/12 ore, favorendo un’azione a rilascio lento;

ciò rende questo disinfettante una delle più potenti sostanze in grado di debellare e detossificare nell’arco di un range temporale prestabilito, specie microgene patogene, amplificando la propria azione, che rimane durevole oltre il tempo di somministrazione.

La sostantività, rende la Clorexidina un elemento fondamentale per la disinfezione del cavo orale,  nell’impiego della  famacoterapia parodontale.

Essendo un antisettico ad ampio spettro d'azione, prima di assumerlo, è buona norma informarsi dettagliatamente sugli effetti collaterali; per l'assunzione si consiglia di chiedere parere a personale odontoiatrico specializzato o di recarvi nel vostro centro odontoiatrico di fiducia;

L'utilizzo del suddetto presidio ha una posologia variabile a seconda del caso; i tempi e le modalità di applicazione sono differenti per concentrazione e somministrazione.

Stefania Barbieri