Aumento della salivazione in gravidanza: 6 consigli utili

Aumento della salivazione in gravidanza: 6 consigli utili.

La scialorrea (Ptialismo), o ipersalivazione, è un aumento eccessivo della produzione di saliva e rappresenta un tipico disturbo della donna in gravidanza, che potrebbe scompariate entro i primi 3 o 4 mesi, oppure persistere fino al giorno del parto.

La scialorrea gravidica, non è una patologia, ma un sistema di difesa della bocca e dell’organismo, che tenta di neutralizzare l’acidità di stomaco.

Perché aumenta la produzione di saliva?

Nel primo trimestre l'ipersalivazione è legata ad un effetto indiretto, causato dall'aumento di progesterone. Questo ormone, che è capace di agire sulla muscolatura liscia, rilassa il cardias (la valvola che divide l'esofago dallo stomaco e non consente di far passare il contenuto gastrico verso l'esofago) lasciando refluire l'acidità dello stomaco verso l'alto e provocando reflusso gastro- esofageo.

Nel terzo trimestre l'ipersalivazione è legata all'aumento dell'utero, che occupando sempre più spazio in cavità addominale, andrà a spostare lo stomaco deformando la valvola cardias, che non chiudendosi perfettamente lascerà passare l'acidità dello stomaco verso l'alto, provocando il reflusso- gastroesofageo.

In entrambi i casi l'organismo cercherà di neutralizzare l'acidità gastrica producendo maggiori quantità di saliva, che determinano il disturbo.

L'ipersalivazione è dannosa per la bocca?

Una maggiore produzione di saliva possiede un'azione protettiva sul cavo orale, perché aumenta l'autodetersione e neutralizza l'acidità, innalzando i livelli di pH; è anche vero che un costante pH alcalino facilita la precipitazione dei sali minerali e perciò la placca batterica tende a solidificarsi prima provocando la formazione di tartaro. Quindi, se da un lato la scialorrea svolge un'azione protettiva, dall'altro facilita la formazione di tartaro. Quest'ultimo è il motivo principale per il quale è necessario mantenere una buona igiene orale.

Cosa posso fare?

Per questo disturbo non esistono rimedi risolutivi, ma piccoli accorgimenti che possono alleviare il fastidio:

  1. bere spesso piccoli sorsi d’acqua;
  2. curare scrupolosamente l’igiene orale quotidiana;
  3. utilizzare dentifrici o collutori a base di sostanze naturali (possibilmente gusto neutro);
  4. evitare cibi o bevande particolarmente acidi;
  5. tenere a portata di mano snack (crackers), gomme da masticare (con xilitolo) oppure se siete a casa potete optare per spuntini a base di frutta o verdura;
  6. idratare costantemente le labbra con balsamo naturale per prevenire l’insorgenza di screpolature e taglietti;

Stefania Barbieri

CONDIVIDI ORA!

Commenti